buzzoole code
Evoluzione del web

9 GROWTH HACKS ALLA PORTATA DI TUTTI

9 consigli facili sul growth hacking

Vuoi testare dei Growth hacks per la tua azienda, il tuo blog o la tua startup e non sai da dove partire?

Piacere di conoscerti, io sono Stefano Pisoni e sul mio blog parlo di LinkedIn, Growth Hacking, Lead Generation e Marketing B2B.

In questo post (grazie Davide per lo spazio) voglio spiegarti 9 Hacks per scoprire un pò di più sul Growth Hacking e farti capire quante cose interessanti si possono fare se sai come farle nel modo giusto.

Iniziamo!

Growth Hack # 1 – Come conoscerti i Clienti dei tuoi concorrenti (SaaS)

Partiamo da una approccio semplicissimo che ti aprirà gli occhi su quali sono i Clienti dei tuoi concorrenti.

Se hai un SaaS questo hack fa proprio per te!

Per scoprire quali sono i Clienti dei tuoi concorrenti ci sono due modi, vediamo il più semplice.

Ti basta utilizzare Builtwith, uno strumento che ti permette di scoprire quali sono le tecnologie e i servizi utilizzati da altri siti internet.

Facciamo un esempio:

  • Scrivi il servizio che ti interessa scoprire da chi viene utilizzato, ad esempio “Mailchimp” e clicca su “Lookup”
  • Poi clicca su “Download the list of all website using Mailchimp”

Voilà!

Nel file che scaricherai troverai tutte le info che ti servono per avere dati più precisi sui clienti del tuo concorrente!

C’è un’altro modo per scoprire quali sono le tecnologie utilizzate dalle aziende e puoi farlo con il Sales Navigator su LinkedIn.

La puoi trovare sul mio blog!

Growth Hack # 2 – Usa LinkedIn come Lead Generator (B2B)

LinkedIn è uno strumento fantastico per trovare clienti B2B e lavorare seriamente sul proprio Personal Branding.

Purtroppo (o per fortuna) le estensioni di Chrome che automatizzavano tantissime operazioni su LinkedIn sono state bannate e TI SCONSIGLIO VIVAMENTE di utilizzarle, rischi la chiusura del tuo profilo LinkedIn!

Cosa fare allora?

1) Ottimizza il tuo profilo LinkedIn (qui trovi “11 Consigli per Aumentare le Visite al Tuo Profilo LinkedIn”)
2) Usa automazioni sicure come “Phantombuster” e i proxy rotativi in modo da non insospettire LinkedIn e potrai:

  • Inviare richieste di collegamento personalizzate su LinkedIn
  • Accettare automaticamente le richieste di connessione ricevute e personalizzare il messaggio che andrai ad inviare automaticamente
  • Ottenere le mail dei tuoi target Clienti che sono su LinkedIn

Mi raccomando, rispetta i limiti dettati da ogni piano (Free, Premium, Sales Navigator), ma ti assicuro che utilizzare LinkedIn in questo modo ti permetterà di incrementare tantissimo il tuo prospecting!

L’utilizzo di LinkedIn in questo modo è forse la maniera più efficiente di trovare nuovi Clienti e fare Lead Generation al giorno d’oggi nel campo B2B.

Growth Hack # 3 – Come crescere su Instagram nel 2020

L’algoritmo di Instagram è cambiato, crescere con le classiche automazioni Follow/Unfollow non funziona più.

Però ci sono diversi metodi per crescere ancora nel 2020 su Instagram.

  1.  Usa l’opzione InstaURL di JotURL e crea il tuo multilink da inserire nella tua BIO di Instagram.
  2.  Sfrutta al massimo le stories! Pubblica almeno 3-4 stories al giorno e usale anche per aumentare l’interesse verso i tuoi nuovi post!
  3.  Vai LIVE! Sforzati di farlo almeno 1 volta alla settimana!
  4.  Usa IGTV
  5.  Crea le cover dei tuoi video e sfruttale al meglio
  6.  Pubblica più volte al giorno
  7.  Attiva l’autenticazione a 2 fattori per non farti rubare il profilo.

I ragazzi di Ninjalitics hanno pubblicato un articolo molto lungo a riguardo, se crescere su Instagram nel 2020 per te è una priorità, ti consiglio di leggere questa guida.

Growth Hack # 4 – Ottieni l’attenzione della stampa gratuitamente (Startup)

Vuoi ottenere visibilità senza dover spendere migliaia di euro in PR?

  1. Vai su Google
  2. Inserisci il nome del tuo concorrente o una parola chiave del vostro settore o di cosa fate
  3. Vai nella sezione “notizie”
  4. Qui puoi trovare tutte le notizie più recenti sul tuo concorrente
  5. Apri un file excel o un google sheet e annota 1 ad 1 i nomi dei giornalisti che hanno scritto sui tuoi competitors.

Ora viene il bello!

Usa uno strumento come “Find That Lead” o “Anymailfinder.com” (ti consiglio il primo) e carica il tuo file.

Ora che avrai trovato le loro email puoi:

  • Inviare una cold email (email a freddo) presentandoti e cercando di catturare il loro interesse
  • Aggiungerli su LinkedIn
  • Aggiungerli su Twitter
  • Iscriverti al loro blog personale (se ne hanno uno) e poi rispondere in maniera interessata

Ricordati una cosa FONDAMENTALE, tutti i giornalisti, se hanno un argomento INTERESSANTE (per loro e per la loro audience, non per te) sono felici di scrivere qualcosa a riguardo.

Quindi, trova il modo di essere interessante e mettiti in contatto con loro.

Growth Hack # 5: Trovare chi ti può fare dei backlink in pochi minuti (Blog)

Se hai un blog, ottenere backlink è fondamentale, ma è anche spesso un’operazione abbastanza complicata!

Ecco i miei consigli:

  • Cerca su Google la tua “keywords” + “scrivi per noi”
  • Contatta chi cerca guest post

o

  • Vai su “Semrush”, vai nella sezione “analisi backlink”, inserisci il sito internet del tuo competitor e clicca su “cerca”
  • Seleziona “Link per dominio di riferimento” = 1 e “Follow” nella sezione link
  • Clicca su “Esporta” e avrai una lista completa di tutti i siti che fanno backlink al sito del tuo concorrente
  • Ora vai su Find That Lead e carica il file che hai appena scaricato
  • Find That Lead ti troverà la mail di tutti i siti internet (ok, non tutti, ma la maggior parte)
  • Ora hai tutti le email di chi ha linkato il sito del tuo competitor!
  • Prendi questa lista e invia cold emailing (email a freddo) chiedendo una collaborazione!

Usa un messaggio tipo “Ciao, ho visto che trattiamo argomenti in comune, sto cercando collaborazioni per backlink, guest post etc, ti può interessare? A presto!”
Aspetta le risposte e inizia a collaborare con loro!

Growth Hack # 6: Come ottenere tantissima visibilità con i tuoi post su LinkedIn? 

Sai cosa sono i POD?

Sono un gruppo di persone che creano gruppi per commentarsi/mettersi like ai contenuti a vicenda (in automatico) e aumentare la reach dei propri post sul social.

In pratica ottieni commenti ai tuoi post (e commenti a tua volta in automatico i post delle persone nel gruppo).

Ricevendo i commenti in automatico dopo pochi minuti che hai pubblicato un post, l’algoritmo di LinkedIn penserà che il tuo post è super interessante, quindi gli darà molta visibilità organica.

Interessante no?

Come fare ad usarne uno?

Ti consiglio Alcapod, che è gratuito e funziona bene.

Ti basta:

1) scaricare qui l’estensione di Chrome – https://www.alcapod.co/

2) entrare in un gruppo privato con un codice (tipo questo 1XPg77jTxIoW8afVdru2)

3) pubblicare i tuoi post su LinkedIn, cliccare sui 3 puntini in alto alla destra del post e incollare il link al post in Alcapod

Ora goditi un pò di visualizzazioni!

Mi raccomando, sfrutta questa visibilità extra con contenuti di valore.

Growth Hack 7 – Come usare Alexa per scoprire le Keyowrds dei tuoi competitors (BLOG)

Vai su Alexa.com

Scorri la pagina fino a che non vedi “Top Sites”

Incolla la tua url e clicca su “Find”

In alto, troverai i tuoi competitors e le persone nella tua nicchia che scrivono contenuti simili.

Ora la parte più interessante, Alexa ti raccomanda delle keywords per cui potresti facilmente rankare!

Fai caso anche ai “keyword gaps”, cliccaci e vedrai le keywords su cui i tuoi competitors scrivono e che tu non stai sfruttando. 

Growth Hack 8 – Manychat (Facebook)

Manychat, il chatbot più famoso in circolazione, facilissimo da configurare, ti permette di avere risultati incredibili e sottoscrivere gli utenti, come per le email.

Il tasso di apertura dei messaggi inviati via chatbot spesso è superiore al 97%, quindi, perchè non sfruttarlo?

Ecco il tuo GROWTH HACK

  • Organizza un contest/giveaway
  • Proponi un premio incredibile e Sponsorizza il post su Facebook
  • Utilizza uno di questi 2 Growth Tool di Manychat: “Comment Growth” o “Messenger Ref URL” e inserisci il link nel primo commento
  • Fai iscrivere gli utenti alla sequenza informandoli (fallo sempre, non dimenticare il GDPR)

***Come andare virale

Dopo che l’utente avrà commentato il post o cliccato il link, con il primo messaggio di Manychat dovrai chiedere la conferma a voler partecipare al contest/giveaway per farlo diventare un “subscriber”.

Imposta una risposta simpatica, usa una GIF e il typing delay per sembrare più umano possibile.

Invita gli utenti a commentare il post taggando i loro amici (2 o 3), inserendo un pulsante che riporta al post nell’ultimo messaggio che invii via chatbot (questo facilità la partecipazione ai tuoi utenti).

Sponsorizza il post su 2 audience, una “hot” di utenti che hanno interagito con la tua pagina e una su un’utenza “cold” segmentata con interessi (LAL se hai dati sufficienti).

Estrai il vincitore alla scadenza del giveway e, se hai un ecommerce, invia un COUPON sconto a chi non ha vinto.

Growth Hack 9 – Come creare Custom Audience su Facebook senza usare Pubblici Cold (Facebook Ads)

  1. Seleziona contenuti rilevanti per la tua audience (es. blog post, interviste, news)
  2. Traccia il link del contenuto e aggiungi una CTA con JotURL
  3. Nella destinazione della CTA inserisci il link del tuo sito/gruppo FB, aggiungendoci tutti i pixel che ti possono servire (FB, Google, etc)
  4. Pubblica il link all’articolo nei gruppi Facebook, sui tuoi canali social, nei forum della tua nicchia o utilizza il Cold-emailing per inviare messaggi tipo “Potresti essere interessato a questa news/articolo”
  5. Fai partire delle campagne di remarketing su chi ha cliccato il tuo link



Per questa guida è tutto, se l’hai trovata interessante aggiungimi su LinkedIn!

A presto,
Stefano Pisoni

About the author

admin

Ciao Sono Davide Ambu, web designer e consulente di web marketing freelance. Parlo solo di marketing che non interessa a nessuno

Add Comment

Click here to post a comment

Su di me

admin

Ciao Sono Davide Ambu, web designer e consulente di web marketing freelance. Parlo solo di marketing che non interessa a nessuno

Ci rivediamo su Facebook!