buzzoole code
Web Marketing

Come avviare una start-up di annunci online

creare startup annunci online

Grazie alla piattaforma del Registro imprese, attiva a partire dal 20 luglio del 2016, è possibile costituire una start-up innovativa direttamente online, gratuitamente e senza dover ricorrere ad un notaio. Si tratta di un’importante passo in avanti per chi vuole fare impresa in Italia, perché può creare una start-up online semplicemente compilando un modello standard di atto costitutivo e validandolo con una firma digitale. Vediamo, ad esempio, cosa deve fare chi ha intenzione di aprire una start-up per annunci gratuiti, come quelli di https://www.annuncino.it/annunci/tuttoannunci.it.

Per prima cosa ci si deve collegare al sito del Registro imprese e cliccare in Crea o modifica startup dal menu superiore. A questo punto, bisogna scegliere. Crea startup innovativa per accedere alla pagina tramite la quale è possibile iniziare la procedura vera e propria, con tanto di compilazione degli atti direttamente online. In questa fase bisogna fornire nome della società, sede legale, dati anagrafici dei soci, capitale sociale, etc, facendo sostanzialmente in totale autonomia ciò che un tempo avveniva solo ed esclusivamente davanti ad un notaio. Il sito, tra l’altro, si adatta anche ai display dei dispositivi mobili, ragion per cui è possibile creare una start-up facilmente anche da smartphone o tablet.

Al termine della procedura, l’utente sottoscrive l’atto con la propria firma elettronica e il sistema invia una Pec con i dati dell’Agenzia delle Entrate. Se tutto andrà a buon fine, una volta effettuata la registrazione, il Registro imprese integrerà in automatico nella pratica gli estremi della registrazione. La startup è pronta ad operare.

Creare startup online: i commercialisti non possono firmare

Uno dei vantaggi della costituzione di startup online è rappresentato dal fatto che non essendoci la necessità di presenziare davanti ad un notaio, è possibile che i soci fondatori siano residenti in diversi posti d’Italia.

Oltre alle spese del notaio, dunque, vengono abbattuti i costi dei viaggi, poiché basterà che ciascun socio compili e sottoscriva un file Xml generato dal sistema. Attenzione, perché se la costituenda startup ha già un commercialista che si dovrà occupare della contabilità, lo stesso non si potrà sostituire ai soci. Se gli stessi non dispongono di una firma digitale, infatti, non potranno servirsi di quella del commercialista, a meno che non sia egli stesso uno dei soci della start-up. Inoltre, la firma digitale di ciascun fondatore è unica e ognuno firma l’atto costitutivo e lo statuto singolarmente.

Una volta espletate le procedure burocratiche, la start-up può iniziare ad operare nell’ambito degli annunci online, mettendo in Rete la propria piattaforma con lo spazio per gli inserzionisti. Gli annunci possono essere gratuiti, ma è possibile ripagarsi delle spese chiedendo a professionisti e aziende un contributo per un servizio avanzato, oppure per un tot al superamento di una soglia di annunci

Facebook Comments

About the author

admin

Ciao Sono Davide Ambu, web designer e consulente di web marketing freelance. Parlo solo di marketing che non interessa a nessuno

Add Comment

Click here to post a comment

Su di me

admin

Ciao Sono Davide Ambu, web designer e consulente di web marketing freelance. Parlo solo di marketing che non interessa a nessuno

Ci rivediamo su Facebook!