buzzoole code
Marketing Tradizionale

Pieghevole efficace per la propria azienda in 3 step

pieghevole efficace

Chi segue questo blog sa che generalmente non tratto argomenti inerenti la comunicazione stampata o il marketing tradizionale in quanto sono prevalentemente un consulente di web marketing; mi aspetto quindi che le aziende per cui lavoro abbiano già un proprio piano comunicativo e di essere stato chiamato per meglio importarlo sul web.

Ciononostante sono convinto del fatto che investire nella stampa depliant risulta ancora oggi una soluzione interessante per la comunicazione della propria azienda. Una corretta informazione verso l’esterno, però, passa anche per una pianificazione attenta e mirata, volta a mettere in evidenza i tratti distintivi del proprio business all’interno di una strategia efficace.

Ecco come realizzare un pieghevole efficace in 3 passaggi.

1 Focus sull’obiettivo

Il primo aspetto da prendere in considerazione è quello dell’obiettivo. Un pieghevole può essere indirizzato a clienti privati o per il B2B, per i fornitori, i media, le amministrazioni o il personale interno; un depliant è impiegato per presentare un’impresa nel suo complesso o i suoi singoli prodotti/servizi. Per tale ragione, è fondamentale avere chiaro lo scopo comunicativo e adattare il messaggio ad esso.

2 Focus sul target

A seconda che ci si rivolga a un target indifferenziato o specifico, di giovani o di adulti, professionisti o inesperti, il linguaggio e le informazioni devono adattarsi al meglio al target individuato. Ciò premette uno studio di analisi volto a identificare i propri referenti primari e postula la realizzazione di uno stile adeguato. La comunicazione di un’azienda deve sapere farsi carico delle aspettative dei destinatari e, allo stesso tempo, saper tener fede alla vision del brand, alla sua identità e al modo in cui essa è percepita all’interno di una specifica collettività di riferimento entro cui la società opera.

3 Scelta del formato e dell’impaginazione

La fase operativa è preceduta da quella di ideazione grafica. Raccolte e organizzate le informazioni, è il momento di impostare l’organizzazione delle pagine. Con i pieghevoli, la fase di progettazione assume un ruolo centrale e impone la necessità di compiere scelte stilistiche precise. Occorre scegliere il formato più adatto – il più utilizzato è quello A4 a 3 ante ma esistono tantissime alternative – quindi le caratteristiche della carta – liscia, opaca, patinata, ecc. – e quindi procedere con la sua impaginazione.

Le informazioni devono essere organizzate in modo da non stancare il lettore, in un format intrigante e capace di interessare senza cadere nel nozionismo né nell’autoreferenzialità. Importante è l’utilizzo delle immagini che, oltre ad alleggerire il carico dei contenuti testuali, mantiene alta la soglia di attenzione del fruitore e il suo interesse, smorzando anche la densità del layout.

Conclusa la realizzazione del pieghevole, è sempre opportuno raccogliere feedback da più parti, coinvolgendo i dipendenti e soggetti esterni all’azienda, effettuare eventuali modifiche e, solo una volta sviluppata la versione definitiva, mandare in stampa.

Facebook Comments
Tags

About the author

admin

Ciao Sono Davide Ambu, web designer e consulente di web marketing freelance. Parlo solo di marketing che non interessa a nessuno

Add Comment

Click here to post a comment

Su di me

admin

Ciao Sono Davide Ambu, web designer e consulente di web marketing freelance. Parlo solo di marketing che non interessa a nessuno

Ci rivediamo su Facebook!